Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Ambiente e climate change. Non sei mai troppo piccolo per fare la differenza.

Negli ultimi decenni, il degrado ambientale è diventato una preoccupazione globale che minaccia la sopravvivenza stessa dell’umanità. L’OMS prevede che ogni anno tra il 2030 e il 2050, si verificheranno a livello mondiale circa 250.000 decessi legati al clima dovuti a malnutrizione, diarrea, malaria e stress da calore.

L’India presenta una topografia molto varia che va dalle aree costiere ai terreni collinari, ai fiumi e alle foreste. È principalmente occupata da terreni agricoli, ma ha anche un gran numero di centri urbani e città metropolitane tentacolari, una varietà di scenari che la rendono il 7 º paese più vulnerabile al cambiamento climatico a livello globale (GLOBAL CLIMATE RISK INDEX, 2021). Un recentissimo Rapporto della Banca Mondiale, pubblicato nel dicembre 2022, suggerisce che nei prossimi anni l’India potrebbe sperimentare
intense ondate di calore che potrebbero superare il limite della sopravvivenza umana.


There’s not Planet B.

Greta Thunberg

Child in Need Institute (CINI), con 50 anni di esperienza con bambine/i e comunità, vuole affrontare questo problema educando gruppi di ragazze/i e di donne ad affrontare meglio le diverse situazioni di emergenza climatica (come siccità, cicloni tropicali, inondazioni improvvise, ondate di calore intense e relative ricadute nutrizionali), per consentire loro di diventare amministratori dell’ambiente e promuovere strategie di mitigazione degli impatti come piantare alberi, creare corridoi verdi o orti domestici nel villaggio, migliorare l’igiene, istituire un meccanismo corretto di gestione dei rifiuti solidi e liquidi, facilitare le fonti di acqua potabile, promuovere migliori pratiche igieniche e squadre di pulizia, ecc.

Il progetto vuole aiutare circa 800 bambini/e che vivono in villaggi molto remoti, in un territorio di mangrovie già molto fragile, il Kulpi Block della zona di Sunderbans del Bengala Occidentale. Questa zona nel recente passato stata una delle più colpite dai cicloni tropicali Amphan e Yaas e ne ha visto gli effetti devastanti. Questa tipo di calamità è ormai diventata un appuntamento annuale per gli abitanti di questa zona dove le persone soffrono già di una grave scarsità di acqua potabile, con conseguenze sull’agricoltura a causa di afflusso di acqua salata, erosioni fluviali e inondazioni. Questa nuova emergenza, aggravata da cattive pratiche igienico-sanitarie, colpisce i bambini e le bambine con diverse malattie che rendono la situazione ancora più critica.
Con il nostro progetto interveniamo perché i bambini/e e le comunità diventino più resilienti e preparati ad affrontare e gestire i disastri ambientali, abbiano accesso all’acqua pulita, a un ambiente più verde e imparino come praticare l’igiene personale e ambientale.

Saranno soprattutto le nuove generazioni a promuovere un mondo migliore come amministratori dell’ambiente!

Grazie alle vostre donazioni abbiamo raccolto un contributo di CHF 1.400 che ci permetterà di aiutare per un anno 800 bambini/e ad affrontare i gravi danni del cambiamento climatico. La vostra generosità potrà consentirci di proseguire il lavoro anche nel 2024!

Interventicosti
Educare i bambini e la comunità ad affrontare l’impatto del degrado ambientale e dei cambiamenti climatici in particolare le sue conseguenze disastrose sui diritti di
nutrizione, salute, istruzione e protezione dell’infanzia.
410 CHF
Formare 20 bambini come Stewards ambientali che portano avanti le istanze dei diritti
ambientali e responsabilizzare a questi temi ulteriori 780 bambini nel loro villaggio
360 CHF
Promuovere interventi mirati per affrontare le catastrofi ambientali come:
• Piantare alberi, creare corridoi verdi nel villaggio, allestire orti familiari
• Istituire un adeguato meccanismo di smaltimento dei rifiuti
• Facilitare le fonti di acqua pulita, promuovere migliori pratiche di igiene
630 CHF
Totale 1400 CHF